Eventi-rita-e-il-giudice

Luogo

TEM Teatro Excelsior Mortise
Via Madonna della Salute 7, 35129, Padova
Categoria

Data

17 Gen 2020

Ora

9:00 PM

DEBUTTO Rita e il giudice – Padova

Rita e il giudice. Storia di scelte, padri e mafia – Padova

Venerdì 17 Gennaio 2020 al TEM Teatro Excelsior di Mortise (Padova), debuttiamo con la nuova produzione firmata Matàz Teatro

A farci da cornice la prestigiosa rassegna Teatro Forum, organizzata dall’Ass. Teatro Ragazzi  Calendoli ONLUS

17 GENNAIO 2020 – ORE 21.00

Evarossella Biolo - Rita e il giudice

Di Marco Artusi e Evarossella Biolo
Con Evarossella Biolo
Regia di Marco Artusi

Rita cresce a Partanna, Sicilia: terra di mafia. Un luogo in cui lo stato semplicemente non riusciva a entrare, in cui la legge era fatta da delinquenti. Fra cui il padre di Rita. Ribellarsi a una situazione simile richiede delle motivazioni non comuni: deve cambiarti il mondo in cui vivi o il modo di vedere quel mondo.
E soprattutto devi incontrare lungo questo percorso delle persone che ti aiutino, ti proteggano e mostrino altri mondi possibili.
Un giudice le offre protezione e la ascolta. Un giudice siciliano nato a Palermo con una storia alle spalle che lo rende, assieme all’amico Giovanni Falcone, l’immagine della lotta alla mafia in tutto il mondo: Paolo Borsellino.
L’umanità e l’onestà intellettuale di Borsellino sono l’ultimo tassello che le permette quel cambio di visione del mondo tale da arrivare ad affermare: “dopo aver sconfitto la mafia che c’è dentro di te, puoi combattere la mafia, la mafia siamo noi e il nostro modo sbagliato di comportarci”.

———————

Spettacolo proposto nella prestigiosa rassegna TeatroForum organizzata da Teatro Ragazzi Calendoli Onlus
Ci precederanno venerdì 10 gennaio 2020:
BARABAO Teatro con Omertà

————————–

Per informazioni e prenotazioni, contattare: 393 9812287 (Micaela)
INGRESSO UNICO BIGLIETTO 8 €

Seguici su facebook per maggiori informazioni sul debutto di “Rita e il giudice” a Padova

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *