biografie

biografie

evarossella biolo

ATTRICE E FORMATRICE

Laureata in Scienze dell’Educazione.

Nel campo della ricerca scrive e collabora con l’Università di Padova in progetti di teatro e territorio.

Ha studiato il lavoro d’attore con: Giuseppe Emiliani, Eugenio Allegri, Carlos Alsina, Laura Curino, Roberto Anglisani, Cristina Pezzoli, Enrico Bonavera. Ha approfondito la poetica del clown, con gli insegnanti della scuola lecoquiana: Giovanni Fusetti, Paola Coletto, Ted Kaijser, Norman Tailor, Andrè Casaca.

Approfondisce racconto, ricerca e scrittura teatrale con Ascanio Celestini e Giuliana Musso.

Per anni ha seguito il lavoro sul movimento di Michela Lucenti, collaborando in uno spettacolo.

Fondatrice della compagnia Manonuda Teatro, con Alberto Cacopardi.

Lo spettacolo Corpo in affitto è finalista del “Premio Off del Teatro Stabile del Veneto”.

Nel 2017 debutta con Cappuccetto, il Lupo e altre assurdità, vincitore del Premio In-Box Verde, primo classificato a Briciole di Fiabe Arezzo 2017, finalista del Premio Otello Sarzi di Montegranaro nel 2019 e secondo classificato al Festival di Teatro Ragazzi di Padova.

Nel 2014 fonda Matàz Teatro di cui è direttrice artistica.

chi-siamo-biografie-evarossella-biolo

marco artusi

ATTORE, REGISTA, DRAMMATURGO E FORMATORE

Inizia il proprio percorso artistico con la danza, lavorando in seguito con diverse compagnie, tra le quali: compagnia Comini, compagnia ErAcquario, Tanzprojekt di München.

Si diploma nel 1992 alla scuola del Teatro stabile di Genova.

Da allora entra in pianta stabile nella compagnia La Piccionaia – i Carrara, lavorando con registi quali Armando Carrara, Marcello Bar- toli, Enrico Bonavera, Mirko Artuso, Tonino Conte, Antonella Cirigliano, Flavio Albanese, Maril Van den Broek.

Sua la regia de “La seconda sorella” su testo di F. Bertozzi che vince il premio Palcoscenico 2004 di Bassano Operaestate 2004.

Dal 2002 al 2005 collabora, in qualità di regista e direttore artistico, con il gruppo sloveno di teatrodanza Skysma col quale nel 2005 vince il premio Župancic con lo spettacolo “Pogon” di cui cura la regia.

Lo spettacolo Corpo in affitto è finalista del “Premio Off del Teatro Stabile del Veneto”, sua la regia.

Nel 2017 debutta con Cappuccetto Rosso, il Lupo e altre assurdità, vincitore del Premio In-Box Verde, primo classificato a Briciole di Fiabe Arezzo 2017, finalista del Premio Otello Sarzi di Montegranaro nel 2019 e secondo classificato al Festival di Teatro Ragazzi di Padova.

Nel 2014 fonda Matàz Teatro di cui è direttore artistico.

chi-siamo-biografie-MARCO-ARTUSI

Giulia artusi

ORGANIZZATRICE TEATRALE

Laureata triennale in Gestione e Conservazione dei Beni e delle Attività Culturali e specialistica in Economia e Gestione delle Arti e delle Attività Culturali all’Università Ca’ Foscari di Venezia.

Ha seguito corsi professionalizzanti di comunicazione e trasferito le conoscenze acquisite nel settore creativo. Sviluppa le competenze organizzative in diversi ambiti culturali iniziando la carriera professionale nelle arti visive e proseguendola con lo spettacolo dal vivo.

Lavora nel 2015 come operatrice culturale al Palladio Museum – Centro Internazionale di Studi Andrea Palladio di Vicenza.

Dal 2016 al 2018 collabora con la Galleria d’arte Berga di Vicenza, come responsabile della comunicazione e webmaster. Gestisce inoltre i social networks, l’apparato grafico e le relazioni con enti fiera ed artisti.

Dal 2019 collabora con Teatro Boxer nella gestione di organizzazione e comunicazione della rassegna teatrale Odeo Days – Nuovi interpreti della tradizione e dal 2022 è tour manager della compagnia.

Dal 2020 è consigliera dell’Associazione RES – REte Spettacolo dal vivo.

Nel 2018 entra in Matàz Teatro in qualità di organizzatrice e si occupa anche della comunicazione e delle logistiche di giro.

(il sito l’ho fatto io!)

chi-siamo-biografie-GIULIA-ARTUSI